"Ringrazio te, Shakespeare, per avermi insegnato che non devo rovinare mai il mio presente per un passato che non ha futuro. Poi ringrazio te, Bukowski, che anche se amavi l’alcol, hai detto che se non si ha l’amore non si ha un cazzo. Grazie a Morrison ho capito che non è forte chi non cade, ma chi cade e sa rialzarsi. Ah ma ci sei anche tu, Oscar Wilde, grazie per avermi insegnato che a volte è meglio stare in silenzio e sembrare stupida che aprire bocca e togliere ogni dubbio. E voi? Chi ringraziate?"

(via track-seven)

ringrazio J.K.Rowling perchè mi ha insegnato la forza dell’amore e dell’amicizia. ringrazio Vanessa Diffenbaugh perchè mi ha insegnato che anche chi non ha mai ricevuto amore può amare senza confini. ringrazio Zafòn che mi ha fatto credere nella magia. ringrazio tutti gli scrittori che mi hanno fatto emozionare.

(via fremitoimprovviso)

Ringrazio rick riordan che mi ha insegnato che essere malatti significa essere speciali, ringrazio Bukowski che nonostante amasse l’alcool ha capito tutto dalla vita e infine ringrazio Anna Frank che con il suo diario mi ha fatto capire che l’uomo è un essere orribile e che c’è sempre speranza.

(via lacidadellaportaaccanto)

Io ringrazio Alessandro Baricco per avermi fatto amare le parole come si può amare un’opera d’arte, ringrazio Nicolai Lilin che mi ha fatto capire che anche se si può sembrare cattivi in fondo ci sono sempre delle convinzioni giuste, ringrazio Vasco Brondi che mi ha insegnato il valore di parole sconosciute.

(via lucemorta)

Io ringrazio Suzanne Collins per avermi insegnato a ribellarmi alle ingiustizie, sempre, e che anche nel più difficile dei periodi bisogna ricordare che le cose andranno meglio, e continuare a combattere. Ringrazio anche Chbosky per avermi fatto capire che non c’è niente di sbagliato a chiedere aiuto e che non si deve mai giudicare uns persona perché non sai quello che ha passato, e forse non lo sa neanche lei.

(via nonsonomailpostodinessuno)

Io ringrazio Alessandro D’Avenia,che mi ha fatto capire che non sono sola. Che ho sempre qualcuno a cui appoggiarmi che mi vuole bene. E che tutto,prima o poi,si sistemerà.

(via isognifuorienoinelcassetto)

Io ringrazio Haruki Murakami, che mi ha fatto capire che nonostante il nostro essere ordinari, siamo comunque straordinari, che spesso ci innamoriamo di alcune persone solo perché ne abbiamo bisogno e siamo soli in quel momento, e che saremo tutti dimenticati un giorno, ma non importa, perché quelli che amiamo ci ricorderanno. Siamo finalmente liberi di ballare da soli in mezzo ad un campo da baseball.

(via luoghimpossibili)

Io ringrazio Stephen Chbosky perché è riuscito a farmi sentire speciale. ringrazio Franz Kafka perché le sue parole indirizzate al mio stesso nome mi hanno fatto stare bene, perché mi ha descritta come nessun altro è riuscito a fare:una persona completamente rispecchiata dal suo nome, una persona difficile e probabilmente forte.

(via portamiacontarelestelle)

Io ringrazio Giulia Carcasi, che mi ha fatto capire che l’amore è ovunque, che la felicità la troverai sempre dove meno te l’aspetti e che sarà sempre fantastico, anche con mille problemi e preoccupazioni, l’amore ti salverà sempre e comunque.

(via eravamofuocoescintille)

Sono senza parole.
Persone belle siete.
Tante persone belle.

(via sorridevaconocchitristi)

ringrazio Giulia Carcasi perché mi ha insegnato a riflettere e a sognare, a sperare e che per amore si fa la qualsiasi cosa. ringrazio Margaret Mazzantini per avermi insegnato che un amore finito è finito e basta, ma sulla pelle ti rimangono sempre quel segno e quelle cicatrici del passato e dei ricordi. ringrazio Jamie MacGuire e Valentina D’Urbano perché con i loro libri mi hanno insegnato che l’amore se è vero è eterno, e perché mi fanno emozionare sempre regalandomi quelle ore di spensieratezza facendomi catapultare in un altro mondo. grazie.

(via seistatovelenoeantidoto)

Io ringrazio Nicholas Sparks, per avermi fatta sorridere e piangere contemporaneamente, per avermi preso l’anima con le sue belle parole, per avermi costretta senza volerlo a divorarmi i suoi libri in un baleno perchè non sapevo resistere a come finiva il racconto.
E poi rigrazio anche colui che ha scritto “la meccanica del cuore”, perchè mi ha fatto capire quanto fosse bello amare, bello e pericoloso. Che l’amore ferisce e poi cura.
:)

Ringrazio J.K. Rowling per avermi insegnato che le apparenze ingannano e che l’amore sconfigge anche i mostri peggiori. Ringrazio Rick Riordan per avermi ricordato che anche il più bizzarro difetto può diventare la forza piu grande. Ringrazio Licia Troisi che mi ha fatto capire che cadere vuol dire anche rialzarsi. Ringrazio Alessandro Baricco che ha dato un senso alla paura di amare e mi ha insegnato a sconfiggerla. Ringrazio Charles Bukowski perché mi ha fatto amare le parole come lui amava l’acool.

(via mi-chiamavano-pelle-e-ossa)

Ringrazio tutti coloro che scrivono, perchè mi hanno salvata e perchè ognuno di loro mi ha insegnato qualcosa :)

Ringrazio tumblr.

(via sheislostinside-ale)

Ringrazio Mitch Albom perché mi ha mostrato che affezionati alle persone è un bene. Mi ha dimostrato che tutti possono cambiare. Mi ha insegnato a credere e a far valere i miei pensieri e le mie idee. Ringrazio Nicholas Sparks che mi fa piangere ed emozionare in ogni suo fottutissimo libro, perché scrive ciò che tutti noi vorremmo essere.

(via ipreferdie)

Io ringrazio soprattutto Morrison perché con quello che ha lasciato mi consolo.

(via seilalucenelloscurita)

Ringrazio David Grossman che con il suo libro “Che tu sia per me il coltello” ha aperto ferite che hanno permesso alla luce di entrare. Lo ringrazio anche per avermi fatto capire quanto siano potenti e meravigliose le parole.
Ringrazio J.R.R. Tolkien per avermi regalato un mondo che mi accompagna ovunque vada e avermi dato la capacità di vedere oltre il velo della realtà.
Ringrazio Lewis Carroll, per avermi insegnato la sottile linea fra pazzia e genialità. 
Ringrazio Alice Sebold per avermi insegnato che la morte fa parte della vita e che bisogna andare avanti, nonostante l’assenza.
Ringrazio J.K.Rowling per avermi insegnato il valore dell’amicizia, il potere dell’amore e a credere sempre nella magia.
Ringrazio Clive S. Lewis per il ruggito che fa terminare l’inverno e la criniera che riporta la primavera.
Ringrazio Katerine Paterson che mi ha insegnato l’importanza della fantasia e del dolore.
Ringrazio Chbosky per avermi fatto capire che ogni persona che abbiamo davanti ha una storia e delle cicatrici che aspettano solo di essere notate e curate.
Ringrazio Bukowski per aver mandato affanculo e bestemmiato con me ogni volta che ve ne era il bisogno - e caro Bukowski, diciamocelo, saremmo stati migliori amici io e te. 
Ringrazio Efraim Medina Reyes per avermi insegnato a dirmi sempre la verità così com’è, spietata e senza illusioni.
Ringrazio Cardarelli che con la sua poesia “I Gabbiani” ha saputo catturare la mia essenza: "…ma il mio destino è vivere balenando in burrasca".
Ringrazio John Green per avermi fatto comprendere il valore dei difetti. 
Ringrazio Alessandro D’Avenia per aver riacceso la luce prima che i mostri mi divorassero nel buio. 


(via hurrystorm)

(via esplosione-di-colori-in-testa)

Non vivere con la paura di morire, ma muori con la gioia di aver vissuto.
Timestamp: 1409399432
Non vivere con la paura di morire, ma muori con la gioia di aver vissuto.
Solo coloro che tentano l’assurdo raggiungeranno l’impossibile.
Timestamp: 1409399248
Solo coloro che tentano l’assurdo raggiungeranno l’impossibile.

Gran parte dei nostri sogni li viviamo con assai maggiore della nostra esistenza da svegli.

Timestamp: 1409398453

Gran parte dei nostri sogni li viviamo con assai maggiore della nostra esistenza da svegli.

Anche un orologio fermo segna l’ora giusta. Due volte al giorno.

Timestamp: 1409397660

Anche un orologio fermo segna l’ora giusta. Due volte al giorno.

È sempre l’ora del tè, e negli intervalli non abbiamo il tempo di lavare le tazze.
Timestamp: 1409397420
È sempre l’ora del tè, e negli intervalli non abbiamo il tempo di lavare le tazze.
Tumblr Mouse Cursors